La sicurezza degli alberi in ambito urbano: limite e prospettive della Valutazione di Stabilità

Venerdì 18 dicembre 2015, in occasione della manifestazione Giardini di Natale, Faenza ha ospitato Giovanni Morelli dello Studio Progetto Verde per tenere un convegno sulla sicurezza degli alberi urbani. La presentazione si può scaricare qui e nel link sottostante:

https://faenzagiardini.files.wordpress.com/2015/12/atti-faenza-18-12-2015.pdf

La Valutazione di Stabilità è una descrizione che permette di stimare se un albero rischia di cadere e danneggiare persone o cose in funzione delle interazione statiche e dinamiche con l’ambiente fisico che lo circonda, ma questo calcolo presenta diverse imperfezioni, ad esempio non tiene in considerazione fattori interni all’albero che non possiamo prevedere con certezza.

Il contesto o ambiente fisico più influente è il vento: 3  su 4 alberi cedono perché non sono abituati a rispondere a una forza fuori dal comune, non perché ha un difetto strutturale, ma perché l’albiente che lo circonda ha fatto crescere e sviluppare quel determinato albero con caratteristiche che soddifino gli standard di sopravvivenza di quella determinata area geografica.

Frequentemente ci si basa sull’aspetto fisico dell’albero, non sapendo che esso può prendere forme particolari, che a noi trasmettono insicurezza. In questi casi l’albero viene rimosso o potato per diminuire la paura dei cittadini, quando invece l’albero potrebbe aver cambiato forma morfologica per sopportare la forza del vento.

Negli stati uniti, due terzi dei danni a cose o persone causati da cedimenti strutturali è legato alla caduta di branche con sezione di diametro inferiore ai 10 centimetri. In questo caso subentra la legge dei grandi numeri. Esiste una soglia di attenzione?

Parlando di rischio si intende la combinazione tra la probabilità che si verifichi un evento potenzialmente dannoso (pericolo) e la severità delle eventuali conseguenze dello stesso. L’obiettivo della valutazione del rischio non è quello di evitare gli eventi potenzialmente dannosi, ma quello di mitigarne le conseguenze.

Valutare e gestire il rischio ha dei costi, bisogna esaminare caso per caso quando vale la pena effettuare la valutazione di stabilità: ad esempio non vale la pena effettuarlo su un albero fuori dal contesto urbano. Invece può essere corretto investire più denaro per gli alberi che hanno come potenziale obiettivo persone e cose (ad esempio un albero vicino a un’altalena, nel parco giochi).  Aumentando il budget economico aumenta in modo decrescente la percentuale di previsione sulla stabilità dell’albero.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Attualità, Eventi, Giardini di Natale, Menù difesa delle Piante. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...