Cani e Gatti

Prima dell’acquisto/adozione di un cane o gatto … cosa si deve sapere?

Quando si decide di adottare/acquistare un cane bisogna tener conto che un cane è in primo luogo un essere vivente, dotato di bisogni e necessità. Un altro fattore che bisogna considerare è la durata del legame che si accinge a creare; esso durerà per anni ed una scelta ponderata verrà quindi ripagata da anni di piacevole compagnia.

Identificazione degli animali da affezione

L’identificazione dell’animale da affezione (cane, gatto e furetto) deve essere effettuato tramite l’applicazione del microchip finalizzato alla gestione dell’anagrafe regionale degli animali da affezione e al rilascio del Passaporto Europeo.

Per l’iscrizione all’anagrafe degli animali d’affezione i proprietari di cani gatti e furetti possono iscrivere l’animale direttamente al proprio Comune di residenza e recarsi poi dal proprio veterinario per l’applicazione del microchip, o presso un Veterinario autorizzato o il Servizio veterinario dell’AUSL che provvederà sia all’inserimento del microchip e alla registrazione in banca dati dell’animale.

Piani sanitari (vaccinazioni)

Chiunque conviva con un animale da compagnia o abbia accettato di occuparsene a diverso titolo é responsabile della sua salute e del suo benessere fornendogli adeguate cure ed attenzioni, tenendo conto dei suoi bisogni fisiologici ed etologici secondo l’età, il sesso, la specie e la razza.

Protocollo vaccinale cane : link

Protocollo vaccinale gatto: link

Passaporto europeo

Chi rilascia il passaporto?

Il passaporto viene rilasciato dai Servizi Veterinari delle AUSL competenti per territorio. Ai fini del rilascio del passaporto cani, gatti e furetti devono essere identificati tramite tatuaggio (applicato prima del 3 luglio 2011) perfettamente leggibile o microchip e registrati all’anagrafe degli animali d’affezione.

Il proprietario del cane, gatto o furetto deve recarsi nelle sedi dei Servizi Veterinari dell’AUSL portando l’animale per il controllo di leggibilità del microchip o del tatuaggio, il certificato di avvenuta applicazione del microchip o avvenuto tatuaggio e il libretto sanitario attestante la vaccinazione antirabbica in corso di validità se eseguita anteriormente al rilascio del passaporto. Le vaccinazioni eseguite dopo il rilascio del passaporto potranno essere registrate direttamente sul passaporto dal Veterinario Libero Professionista Autorizzato che le ha eseguite.

https://www.auslromagna.it/component/content/article/42-guida-ai-servizi/598-viaggiare-all-estero-con-animali-di-affezione#passaporto-per-cani-gatti-e-furetti

Malattie

Cane e Gatto:

 

Bocconi avvelenati

Per avvelenamento si intende l’assunzione di una sostanza che, per tipologia o quantità, risulta nociva e a volte letale per l’organismo. L’avvelenamento può avvenire per via alimentare, respiratoria, cutanea.

Gli avvelenamenti di animali domestici e selvatici non rappresentano solo un pericolo per la salute animale. Il veleno dei bocconi e delle esche può diffondersi nell’ambiente, inquinando il terreno e le acque superficiali, o entrare direttamente in contatto con le persone, in particolare con i bambini, esponendoli al rischio di avvelenamento. Le autorità negli anni hanno emesso diverse ordinanze che vietano l’utilizzo e la detenzione di esche e bocconi avvelenati.

Quali sono i sintomi di un possibile avvelenamento nel mio animale domestico?

Un sospetto avvelenamento va gestito come un’emergenza. Purtroppo l’avvelenamento presenta spesso dei sintomi aspecifici che, salvo qualche eccezione, compaiono in maniera improvvisa. I più frequenti sono vomito, ipersalivazione, difficoltà respiratoria, tremori muscolari e sintomi nervosi come difficoltà a mantenere l’equilibrio, depressione e convulsioni.

ATTENZIONE: Se il tuo animale domestico presenta segni di un possibile avvelenamento contatta immediatamente il tuo veterinario di fiducia, o quello più vicino, anche se hai sospetti o conosci la natura della sostanza ingerita dall’animale.
Cosa devo fare se trovo una presunta esca avvelenata, o un animale presenta segni di un possibile avvelenamento?
  • non toccarla/o senza guanti;
  • avverti i Servizi veterinari dell’Asl competente per il tuo territorio o la Polizia provinciale. L’area del ritrovamento dovrebbe essere delimitata per impedirne l’accesso fino all’arrivo delle autorità competenti.
Come posso fare prevenire un avvelenamento?

Le misure da adottare per prevenire un avvelenamento si basano sull’educazione del tuo  animale domestico e su piccoli accorgimenti che possono ridurre le situazioni a rischio, come per esempio:

  • educa il tuo cane/gatto a mangiare solo cibo offerto da te;
  • fai attenzione durante le passeggiate per evitare che ingerisca cibo abbandonato;
  • fai uscire il tuo cane/gatto solo dopo averlo nutrito, in modo che non si interessi ad altro cibo;
  • individua le possibili fonti di avvelenamento accidentale presenti nell’ambiente domestico, e tienile lontane dalla portata dell’animale.

 

FONTE: http://www.anagrafecaninarer.it/acrer/Home.aspx#

Annunci